domenica 27 marzo 2011

Il cervello di Donovan





Buongiorno miei cari,
che la pace eterna sia con voi e con il vostro spirito in catene!

Quando si dice...in principio era il verbo!

Questa mattina parleremo del film che ha vinto il pool di questa settimana. Il più temuto questa volta è risultato essere Il cervello di Donovan, di Felix E. Feist del 1953.
Prima però devo farvi dono della recensione di 2000 Maniacs! che ha prodotto in cine-trance la carissima carbonara Miss Fraculess…e che ci ha crudelmente donato:

2000 Maniacs! Herschell Gordon Lewis, 1964
2000 maniacs! 
secondo Miss Fraculess:
"- DETOUR: all'inizio c'e' un cartello di deviazione, ma per dove? Chi si fiderebbe di un cartello deviazione scritto a vernice? Nemmeno Carlo che non ha neanche la patente ci sarebbe cascato. Tanto meno Road Runner.
E poi "deviazione" si', ma per dove?
- il telefono: la prossima volta che date una mano di bianco alla stanza d'albergo metteteci un po' di giornale intorno e un po' di nasto adesivo da carrozziere, lo dico per voi, eh.
- Cintolina nel bottino fa le finte, mentre lei caa nel fiume ma ci dice che si sta lavando.
- il bimbo biondo ha in realta' 37 anni e non vuole le caramelle ma vuole giustamente guidare la macchina decappottabile della fia. E sa anche saltare all'indietro a bordo dell'Insetto Scoppiettante.
- Special Guest: Graziano as himself
- c'e' Yari col banjo che canta la stessa canzone all'infino: "Oooooohhhh-Haaaayyyy Old South's gonna rise again!"
- il braccio alla brace e' in verita' un tarpone e il suo 'omo coi pantaloni a vita alta e la camicia a righe spesse verticali e' briao.
La mattina dopo lei dorme ancora perche' e' cotta dalla sera prima e lui e' andato a fare una passeggiata. A cavallo.
- Pleasant Valley e' come Coltano, ma il professore e la fia saranno salvi solo se raggiungeranno Altopascio e riusciranno a prendere la FirenzeMare.
Il professore sta con la fia solo perche' lei c'ha i vaini e perche' lui tiene il volante e lei cambia le marce."
Miss Fraculess

Che poesia!!…per certe cose riesco a intuire quella sensazione che voi terrestri chiamate commozione! Grazie Miss Fraculess…grazie Hereschell Gordon Lewis!!

Nancy Davis Reagan, Dr. Corey, Dr. Schratt e il fegatello nell'acquario
Invece a me tocca raccontarvi che cos'è questo Cervello di Donovan, anche detto "Il fegatello nell'acquario". La storia è semplice, uno scienziato intraprendente, un ricco cattivone che muore in un incidente aereo proprio accanto al laboratorio, una moglie che è in pena per il marito troppo occupato con i suoi alambicchi, Janis (interpretata niente popo' di meno che da Nancy Davis, futura moglie del presidente Reagan!) e l'amico chirurgo alcolizzato tuttofare, che fa fare tutto anche alla moglie!!

Business is business, baby!!
Dunque, Cory, lo scienziato, recupera il cervello (il fegatello) di Donovan, il ricco cattivone, per mantenerlo in vita in una soluzione di sua invenzione. Il cervello, con la sua potenza malefica, sottomette Cory alla sua volontà e lo fa diventare una reincarnazione di Donovan - con un trucco geniale: Donovan era zoppo, Cory, posseduto dalla volontà del "fegatello" comincia a zoppicare…è lui!!! D'ora in poi Cory farà le veci di Donovan e si occuperà di portare a termine i suoi spregiudicati affari (che in realtà non si capisce granché quali siano, ma ci sono un po' di ricatti a businessmen vari, soldi per corrompere un po' di gente, l'eliminazione di chiunque intralci il suo tragitto…insomma le solite attività di un qualsiasi uomo d'affari!). Janis e l'amico Dr. Schratt cominciano a preoccuparsi e cercano di salvarlo. La moglie è particolarmente preoccupata del fatto che Cory non dorma abbastanza…e lei ne soffre!


Nel frattempo il cervello cresce di dimensione e acquista sempre più potere. L'unica soluzione è la distruzione dell'acquario e l'esplosione del fegatello! Ci penserà il solito Dr. Schratt, che in un momento di lucidità sfascia l'acquario ed uccide il cervellone che ormai ha raggiunto le dimensioni di un 50 pollici col tubo catodico!

Ronnie e Nancy, che tempi!!KILL A QUEER FOR CHRIST!
Il film è tratto da un romanzo di Curt Siodmak, stimato sceneggiatore tedesco, fratello del regista Robert Siodmak (La scala a chiocciola, Il corsaro dell'isola verde con Burt Lancaster), che in principio doveva anche dirigerlo, poi la regia fu affidata a Felix E. Feist che, francamente, è la prima volta sento nominare. Spulciando la sua filmografia l'unico titolo che mi dice qualcosa è L'uomo che ingannò se stesso, noir del periodo psicologico, 1950 e la direzione di serie TV come Bonanza. Vabbè, tutto sommato Il cervello di Donovan si può vedere, anche perché la Nancy Reagan è imperdibile: dimostra 100 anni e ricordarla nei panni della first lady è esilarante. Le solite deliziose ingenuità di plot come l'irruzione del fotografo nel laboratorio che fa una fotografia di "nascosto" con il lampo al magnesio!! - da vedere, non posso descriverla! Altra chicca è l'ossessione di Janis per le ore di sonno del marito, che fanno subito pensare che a lei manchi molto qualcosa, "quella cosa"! Da antologia la scena iniziale in cui l'amico chirurgo Shcratt si sveglia sul divano vestito, completamente sbronzo e dopo un secondo si mette ad operare!!


Orson "Quinlan" Welles
Insomma…sicuramente al di sopra della fama che lo accompagna e certo non riuscito come il romanzo di Siodmak (Orson Welles interpretò il dott. Corey nel radiodramma tratto dal libro nel 1944) Il cervello di Donovan è una pellicola che deve essere vista se vi siete esaltati per The Brain that wouldn't die, ma siamo lontani da quelle vette!


Mi raccomando…dormi Donovan… dormi… dormi…

venerdì 25 marzo 2011

Ode to The Crimson Ghost part. 1

"Take care of this, my dear! And do not open it untill 2010. Remember, you are my favourite creature!"





















"Le origini terrestri del Dottor SINema possiamo dire che risalgono ad un anno fa, come risulta dalle prime apparizioni pubbliche rinvenute. Ma chi sono i genitori dell'orribile Dottore? Se per ogni essere umano la madre è nota, ma il padre chi lo può sapere?! per il medico del peccato si può dire esattamente il contrario: di lui si conosce, quasi per certo, il padre e si vocifera di una madre moooooolto premurosa, ma assolutamente ignota, che comunque lo ha educato fin da piccolo alle pratiche più torbide e riprovevoli, per mandarlo sulla terra con una degna cultura malefica! Di lui si conosce la particolare dedizione al cinema di genere, con una marcata preferenza per quello fantastico americano anni '50 e '60. Si dice che abbia radunato un'accolita di sediziosi cultori della balorda arte e che tenga delle riunioni settimanali, più o meno regolari. Si parla, in vari rapporti dei colleghi, dell'intercessione di una specie di forza superiore, che il temibile dottore chiama Propaganda Psichica (PP) e di un altrettanto nefasta Squadra di Assalto a Microonde Cerebrali (CMAS), il tutto per portare un attacco subdolo alle strutture cardine della cultura cinematografica massimalista e intellettual-comunarda e pian piano sostituirle con il culto del cinema di puro intrattenimento psycho-visionario...detto anche carbonaro!
In conclusione, analizzati i dati in nostro possesso possiamo concludere che il malefico Dottore sia figlio del pericolosissimo Crimson Ghost, che la cronaca ricorda in terrificanti scorribande negli Stati Uniti d'America a metà degli anni '40...altro non sappiamo, ma nuovi elementi continuano ad essere raccolti dai nostri agenti della Normalizzazione Massimalista Intellettual-Comunarda."
 
da un rapporto della PNMIC

AHAHAHAHAHA...(a la Boris Karloff) certo, loro sanno quello che IO voglio che sappiano...capirai che sforzo?! Bene, diamo ancora qualche elemento allora...per esempio la storia di colui che credono essere mio padre. E devo dire che forse questa è stata un 'intuizione che mi ha stupito, molto arguta per un mediocre essere umano. Quindi il premio è meritato.

Di seguito il racconto, episodio per episodio, della saga del Crimson Ghost, direttamente dai sommari che il vostro premuroso Dottore del peccato ha inviato nel corso della prima stagione ai suoi cari carbonari...
BUONA VISIONE!!!

The Crimson Ghost, Republic 1946
EPISODIO 1
ATOMIC PERIL
Il professor Chambers, noto e stimato scienziato, ha messo a punto un dispositivo capace di annullare ogni dispositivo elettronico e meccanico, comprese le bombe atomiche, il CYCLOTRODE. Deciso a consegnare il suo macchinario al governo degli Stati Uniti per scongiurare ogni futura minaccia di guerra, Chambers organizza una dimostrazione con un prototipo di dimensione ridotta del CYCLOTRODE. L'arcigno Crimson Ghost invia suoi sicari, controllati da collari elettronici esplosivi, a rapire il dott. Chambers per assicurarsi il prototipo e costruire un CYCLOTRODE di dimensioni più grandi, con il quale minacciare l'intero pianeta. Un primo tentativo fallisce per l'intervento di Duncan, criminologo amico della segretaria del dottore, ma al secondo tentativo il dottor Chambers cade nelle mani degli uomini del Crimson Ghost. Anche a lui viene messo il collare elettronico e così è costretto a rubare dal magazzino dell'università il prototipo e consegnarlo al criminale. Duncan raggiunge il magazzino appena in tempo e si getta all'inseguimento dell'auto a bordo della quale si trovano il Crimson Ghost, il dottor Chambers e il prototipo del CYCLOTRODE. Dopo una spericolata corse tra le colline, il Crimson Ghost testa il CYCLOTRODE contro la macchina di Duncan e lo manda fuori strada. La macchina cade in un dirupo ed esplode: sarà la fine di Duncan e la vittoria definitiva del fantasma cremisi??...

EPISODIO 2 
THUNDERBOLT
Duncan Richards, colpito dal raggio del Cyclotrode mentre è all'inseguimento del Crimson Ghost, salta dall'auto in corsa prima che cada nel dirupo, salvandosi. Nella caverna segreta il perfido criminale mascherato risveglia il dottor Chambers per costringerlo a costruire un CYCLOTRODE più potente. Lo scienziato allora chiede che gli venga portato un pezzo fondamentale per la sua costruzione, il generatore X72. I due sicari del Crimson Ghost (Ash e uno sfigato prezzolato) rubano il pezzo dal magazzino dell'università, ma Duncan, messo al corrente del furto dell'apparato,  capisce che il dottore con quel pezzo non intende costruire un CYCLOTRODE più potente, bensì il tremendo DEATH RAY, per liberarsi dalla sua prigionia. Messosi sulle tracce dei malviventi grazie al rivelatore elettronico che è in grado di seguire a distanza i segnali emessi dal generatore X72, Duncan raggiunge la grotta dove è nascosto Chambers. Nel frattempo il dottore ha messo a punto il DEATH RAY e lo ha puntato contro l'ingresso della sua prigione. Non appena Duncan entra, il raggio della morte scatta con un tremendo fulmine. Sarà la fine dell'eroico Duncan per mano dell'ignaro dottor Chambers e il definitivo trionfo del famelico fantasma incappucciato??!

EPISODIO 3 
THE FATAL SACRIFE
Duncan entra nella grotta dove è tenuto prigioniero il dottor Chambers, ignaro che oltre la porta lo aspetta il Death Ray. Nel frattempo il dottor Chambers siper far scattare il raggio mortale contro l'intruso, ma quando si avvede che ad entrare è il suo amico Duncan, si getta tra gli elettrodi del DEATH RAY per salvarlo, morendo. Nel frattempo il Crimson Ghost ha deciso di procurarsi l'acqua pesante per proseguire autonomamente la costruzione del CYCLOTRODE. Tornato a casa, Duncan riceve un messaggio dal criminale fantasma nella forma di un vinile per grammofono. Quando Duncan lo riproduce, dal disco esce un gas narcotizzante. Duncan viene così rapito e condotto dal Crimson Ghost che intende mettergli il collare elettronico per soggiogarlo al suo potere, ma, un attimo prima di essere drogato e schiavizzato, Duncan (che faceva finta di aver perso i sensi) si sveglia e affronta in una scatenata rissa (avvenuta con un inspiegabile ritardo all'11esimo minuto!!!) il Fantasma e i suoi 2 scagnozzi. Nella concitazione della lotta, il Crimson Ghost fugge dalla finestra aggrappandosi ad un cavo sospeso tra due palazzi. Duncan lo segue, ma quando è nel mezzo del tragitto sospeso nel vuoto ad un'altezza vertiginosa, Il Crimson Ghost recide il cavo facendolo cadere nel vuoto. Questa sembra essere la fine definitiva, a meno che nel prossimo episodio...

EPISODIO 4 
LAUGHING SKULL
Duncan precipita nel vuoto, ma, con non poca fortuna, atterra sul cornice illeso. Nel frattempo alla conferenza scientifica dell'Università si comincia a sospettare che ci sia una talpa che informa il Crimson Ghost sui movimenti degli scienziati. Con un astuto stratagemma Duncan riesce a smascherare l'infiltrato, ma, prima che questi possa rivelare notizie sul criminale cremisi, il suo collare elettronico esplode uccidendolo. Nella confusione uno scagnozzo del Crimson Ghost riesce a rubare la bottiglietta di acqua pesante che Duncan aveva usato come esca per smascherare la talpa. Con l'aiuto della provvidenziale segretaria, Duncan si mette all'inseguimento dei malviventi, giungendo in uno dei loro covi...qui rimane intrappolato in una stanza dove il Crimson Ghost - parlando da un microfono a forma di teschio (lo stile è stile!!) - gli annuncia la sua imminente morte causata dal gas velenoso che comincia ad uscire dai condotti dell'areazione e in men che non si dica invade la stanza...Duncan sviene tra le risate del terribile Teschio parlante...

EPISODIO 5 
FLAMING DEATH
Il provvidenziale intervento della segretaria del prof. Chambers Diana scongiura la morte certa di Duncan. Ripresosi dallo stordimento del gas, lui e Diana si mettono sulle tracce dello scienziato che sta aiutando il Crimson Ghost a preparare l'"acqua pesante" per costruire il Cyclotrode. Scovato il suo nascondiglio Duncan ha la peggio su tre scagnozzi e viene catturato (con una rissa acrobatica stavolta in anticipo a 5' 40''!!). Con un astuto stratagemma riesce comunque a liberarsi e si getta in uno spericolato inseguimento dei malviventi, finendo sulla pista di atterraggio di un aeroporto privato e scontrandosi fatalmente con il piccolo velivolo che trasporta l'heavy water e che, all'impatto, eplode all'istante. Sarebbe la fine se...

The Cyclotrode...in High Resolution
EPISODIO 6 
MISTERY ON THE MOUNTAIN
Naturalmente, quel diavolo di Duncan si salva anche stavolta perchè, pur essendo un pessimo pilota è altrettanto un ottimo saltimbanco e all'ultimo istante si getta dall'auto in corsa!!Distrutto il carico di heavy water la minaccia non è sventata perchè il fantasma incappucciato è già sulle tracce del camion che trasporta l'uranio, adatto per fabbricarsi in casa la sua heavy water (heavy bricolage!!). Mentre Diana è in ricognizione con un delizioso piper, intercetta gli scagnozzi del nostro Crimy intenti a minare il ponte su cui passerà il camion all'uranio. Naturalmente appena la vedono le puntano addosso il pocket cyclotrode e la fulminano a 10000 piedi!!Lei si paracaduta ma finisce nella mani dei manigoldi Ash & Co. Arriva il prode Duncan ed è rissa tra i monti...lei prende un auto per avvertire il camion del pericolo sul ponte...ma proprio mentre sopraggiunge KABOOOOMM...il ponte salta in aria...e la povera Diana mi sa che la prossima puntata dovrà rifarsi la messa in piega!!!

lunedì 21 marzo 2011

How to...make a monster - Manuale d'(ab)uso!

How to make a monster, Herbert L. Strock 1958
Salve a tutti.
Il blog sta prendendo forma e mi sembra il caso di spiegarvi alcune cose. Come vedete ci sono alcune sezioni distaccate in pagine diverse. Queste pagine aggiunte ospiteranno alcune sezioni particolari che meritano una speciale attenzione e che verranno aggiornate a scadenza periodica.

La pagina Favourite nightmares è la pagina dove verranno pubblicati gli annunci per le proiezioni carbonare nel covo del Dottor SINema, riservate agli amici più intimi e agli adepti più fedeli con il medesimo meccanismo della mailing list. Per tutti gli altri questa pagina annuncerà il film che sarà recensito di lì a breve nella sezione dei post tradizionali (e mi auguro che le recensioni provengano anche da alcuni spettatori, io incoraggerò questa cosa)

La pagina Special fright nights è molto simile alla precedente ma annuncerà le serate speciali e sarà il contenitore-archivio per le recensioni delle serate medesime. Per adesso ho messo le specifiche e le grafiche che hanno accompagnato le SFN e le feste connesse. More on the way...

La pagina Human being of the month invece è, appunto, la pagina mensilmente dedicata ad un personaggio a me caro. Questo mese parlerò di Ida Lupino. Per adesso ho pubblicato un pò' di grafica e un breve cappello introduttivo...more on the way again...

Infine la pagina Porti delle nebbie ospita un elenco di link a siti che a me sembrano interessanti e che mi è capitato di incontrare sulla rete...con brevi presentazioni e raccomandazioni per ognuno. Spero che diventi una pagina utile per avere suggerimenti di luoghi nel web dove si possono trovare contenuti preziosi, dagli shop on line di film introvabili, ai siti con foto ad alta risoluzione o siti di cultura cinematografica off...insomma, tutta roba approved by Dottor SINema!

Il sondaggio della settimana - Il più temuto! -  è invece un invito alla democrazia partecipativa. Voi votate il film, il dott. SINema ne parlerà nel sermone della domenica e lo proporrà come Nightmare of the week con link alla pubblicistica ad alta risoluzione del film stesso. Come in ogni democrazia a voi sembrerà di partecipare, in realtà io vi darò la possibilità di votare solo i film che ho già scelto e, dunque, come in ogni democrazia, voi sarete felici e orgogliosi di legittimare il mio potere...aaaaahhhaaahh aha haa ahh aahhh aah...(a la Vincent Price)

Ecco, spero di esser stato chiaro...e che lo spettacolo abbia inizio!!

BUIO IN SALA!!

Hi everybody!
The blog is growing and I think it's time to explain a few things. There are different sections - as you can see - in separate pages. This pages will host special features that deserve special treatment. They will be updated periodically.

The “Favourite nightmares” page is where I announce the next screening at Dr. SINema's vault. This is for the closest friends and the most faithful devotes of the secret mailing list - all the others can use this page as an advice for the next movie review (I hope most of all done by the devotes themselves - I will encourage this!!)

The “Special Fright Nights” page is almost the same as above. It will announce the upcoming SFN and host past SFN's reviews - I already put a few graphics and the specs of the last 3 parties.

The “Human being of the month” it's a monthly page dedicated to a human being I love...yes, the title says it exactly...what else?!This month I will talk about Ida Lupino...now there's a few graphics and a short intro...more on the way ASAP!

"Porti delle nebbie - Ports of shadows" it's the section where I suggest you some websites I found around the web. These websites may contain high res weird movie pics and posters, or online shops of the rarest movies, fun stuff, extreme reviews and interviews with exotic or outsider filmakers...anything approved by Dr. SINema!!

The weekly poll "Il più temuto - the scariest" is an invitation to the partecipatory democracy. You vote the movie, Dr. SINema will review it on the Sunday sermon and it will become the Nightmare of the week - this means you will find a website full of high resolution posters and stuff about the movie linked to the picture of the chosen film. You will believe to partecipate but I am the one who chooses the movies you can vote and, as in real democracy, you will be glad and proud to legitimate my power & strength ...aaaaah..aah..aahh..ah...ah..(a la Vincent Price)

Well...hope you get what I say even in my cheap English...let the show begin!!

Lights out!!

very crudely yours
Dott. SINema


Dr. SINema in a toughtful pose under "we are not" neon sign - thanks prof!

mercoledì 16 marzo 2011

Dr SINema meets "Half Dracula, Half Cinderella"

Buongiorno miei cari,
è con immenso piacere che stamani trovo pubblicato sul blog di una creatura fraculesca la mia risposta alla Big Question. Dalle parole della stessa HDHC la spiegazione di cosa siano le Big Questions & Grand Answers: "Le Big Questions sono semplici di solito, ma sono dei perchè che tutti vorrebbero sapere ma non osano chiedere pubblicamente per paura di fare figure di...() figuracce (ndr), o perchè non sanno che un esperto che ha una risposta a quella domanda c'è, ed è proprio vicino a se'".

Bene,  questa volta a dare la Grand Answer è stato chiamato il Dottor SINema...

BQGA: Monster movies and stop motion

Today's question is special, we have a special guest answering, a blogspot freshman: Dr.SINema. You probably read about him and his diabolic movie night on a previous post.

While celebrating the first birthday of Dr.SINema's nights, and the brand new blog, with reviews, polls, and the classical invitations to the “carbonaro cinema” I also wanna use his deep knowledge of the 50s, sci-fi, horror, zombies and voodoo...world for our own sake.

As he says, he got a degree horroris causa, so why not? He has been absolutely complete. And as usual, my translation is what it is, but you know this already. Let's go.


BQ: Almost all of us know King Kong, and the luckiest know even the Black Scorpion, the Crab Monsters and so on... It's easy to imagine those beasts in action today, but how do they animate the monsters in the “Monster movies”?

GA: Thank you for the question, baby (that's how experts begin, right?)
You are giving me the chance to talk about the technique that shows the huge craftsmen work that lies behind many fantasy masterpieces and other great films.

To answer your question I need to take a step back and explain what “special effect” means in the film industry: it's everything that's impossible to put in the picture in “natural” conditions, for how it looks or sounds, so basically all that can't stay in front of the camera, as well as everything that is out of time and space (past or future eras, huge, microscopic or imaginary objects).
Assuming this, we can also consider film titles as special effects, the rain is always a special effect (real rain never comes on demand, and most of all, you can't take a picture of it!). In the same way all the films shot in studios are nothing but a long special effect. We can hazard saying that the whole fiction genre is a sequence of special effects.
What do I mean by this?! To state that special effects were born with cinema itself (think about Georges Melies' short films) and the animated photography at 18 (for silent cinema) or 24 frames/sec.
Here lies the idea of taking pictures to a scale model, or a static plasticine puppet, in different and sequential positions, one frame at a time, and screen the pictures in a sequence, with real backgrounds and “real” characters. This technique is called stop motion (passo uno) and that's what animations were based on, in every fiction movie from the 30s until robotics, computer graphics and 3D rendering came. Of course, when the movements are closer and closer one another from frame to frame, the results will more realistic, the movement will flow better, and in general it will be more believable and the effect will work.


This craft technique gave (literally!) life to a special sub-genre of fiction: the MONSTER MOVIE. Since in the 30s, with King Kong, the genre has never had a down: prehistoric beasts, abominable yeti and experiments that went wrong. The height of its success was during the cold war and the years of the atomic obsession, with monsters who came from nuclear radiations of any kind: Godzilla and the Japanese monsters, and Earth vs the Spider, The Deadly Mantis and all the other big insects you may recall. Even if you can't reach the top of The Black Scorpion or Attack of the Crab Monsters, I'm sure you know what I am talking about.


Ray Harryhausen has been the undisputed maestro in the stop motion effects. He got his inspiration, skills and art from the pioneer Willis O'Brien, who had animated many fiction films with prehistoric monsters in the “silent era” and created of King Kong.
I want to point out the great scene by the good ol' Ray: the revived skeletons battle in Jason and the Argonauts, still topical today for it was made with maniacal skills. To be honest, the whole film is a riot of monsters and you can see how the myth is suitable to the “Michelangelo a passo uno” technique. The gigantic Triton who raises from the water to stop the stacks and let Jason and his crew cross. The Harpys who attack our men in another memorable scene, the seven-headed Idra, the huge statue that comes to life... if you want to have a synthesis of the stop motion art, watch this little gem of 1963, directed by Don Chaffey.
Jason and the argonauts, 1963
It would be a mistake thinking that stop motion is an affected method of the past, forgotten after the digital technologies, it would be like saying that analogical photography or vinyl records is stuff for archaeologist. If you remember Tim Burton's Corpse Bride, or even Nightmare Before Christmas directed by Henry Selick... both of them are made in stop motion – maybe with digital photography and Final Cut editing – exactly like 80-90 years ago.
By the way, the 35mm projectors are being replaced in the last few years, and they have basically the same mechanic as those used by the Lumiere Brothers!
In the end, what we first said about special effects, cinema is basically handicraft, creativity, fantasy, so monster movies (mostrum in latin: divine sign, prodigy, wonder) are the deepest essence.
Trust me, I'm Dr.SINema!!!





lunedì 14 marzo 2011

Un po' di miti...

Di seguito i trailers di alcuni film che reputo importanti, che considero interessanti, che consiglio di vedere almeno una volta nella vita e, soprattutto, che sono disponibili in rete e di pubblico accesso!!

Naturalemente tutte queste pellicole hanno la certificazione THX del Dottor SINema



Buona visione!!! 

video
The Amazing transparent man, Edgar G. Ulmer 1960

Edgar G. Ulmer, il re sulla poverty row - l'ultima grande passione del mio alter ego terrestre. Autore sincero, innovatore e astruso cineasta eclettico, capace di girare un successo da drive-in in sei giorni. "Colpevole" di pellicole come Black cat, Detour, Barbablù, Beyond the time barrier e I pirati di Capri. Se riesco ad avere un contatto telepatico significativo, pubblicherò un approfondimento a lui dedicato in una apposita sezione a breve.
e poi...

video
Bela Lugosi meets a Brooklyn gorilla, 1952

Non me la sento di aggiungere molto...BELA LUGOSI!
Ma qui siamo lontani dalla fama e dal delirio di onnipotenza del periodo dei mitici horror Universal. Siamo nella fase della parodia (inconsapevole?) di se stesso, dello sfruttamento - exploitation - dell'industria, o per meglio dire, bottega macina-divi del b-movie, dei produttori senza scrupoli e del vero viale del tramonto. Un sentimental journey nella decadenza di un grande amante dell'artefatto e della visione.

In loving memory 
COUNT DRACULA 


e per finire...

video
  Coney Island, di Walter Lang 1943  
  
Questo non l'ho mai visto...ma lo troverò!! Walter Lang, leggo, è stato un regista super prolifico che, nato nel Tenessee alla fine del 1800, già capace cineasta ha mollato tutto per tentare la carriera di artista nella Parigi dei bohemien degli anni '20. Tornato ad Hollywood dopo pochi anni (non era proprio Renoir evidentemente!!) ha diretto una marea di musical e commedie, dirigendo, tra le atre anche (la odiosa!!!) Shirley Temple. Da tenere d'occhio...

domenica 13 marzo 2011

In the beginning was THE END


Benvenuti cari miei, chi vi parla è il Dottor SINema!! Quella che vedete qui sopra è la testimonianza della prima incarnazione del vs temibile medico del male...tutto ebbe inizio esattamente un anno fa. Da quel momento la storia del mondo non ha potuto fare a meno di fare i conti con le proiezioni "carbonare" dell'orribile dottore! Horror, sci-fi, weird, exploitation, sexploitation, blaxploitation, western, macisti e ercoli, mummie azteche, wrestler messicani, pomodori assassini, aragoste giganti stupratrici, adoratori della testa di Hitler, zombie, zombie nazisti, zombie corridori, zombie musical, zombie ecologisti, zombie in bianco e nero, zombie al nero di seppia, zombie al curry, zombie voodoo, zombie child, ah...e gli zombie naturalmente!!!

  video
 Carnival of souls, Herk Harvey 1962
Fino adesso tutto si è svolto tramite una segretissima mailing-list, che nemmeno Julian Assange è riuscito a pubblicare, ma d'ora in poi usciremo in rete, con questo blog, che si avvarrà della collaborazione di alcune tra le più crudeli ancelle del demonio, dei contributi dei seguaci sparsi all over the world e, soprattutto, dell'orrenda macchina della Propaganda Psichica, che tutto controlla, sovraintende e guida!!
Benvenuti, dunque, nell'inferno del Dottor SINema: recensioni al limite dell'italiano, film recensiti al limite del vedibile, ogni settimana (o a scadenza dettata dalla suddetta PP) l'invito alla visione nel covo, interventi sull'attualità e sul passato da rivisitare...la Drive-In culture (guai a chi pensa a quel "Drive In"!!!), il cinema di genere, le produzioni indipendenti anni '50, i personaggi marginali, i geni incompresi, le storie più assurde...tutto quello che ci piace e che vale la pena di rivedere, scoprire e, senza pietà, godere!!!

enjoy the show